gen
19
La Valle del Foro

La Valle del Foro è il territorio attraversato dal fiume Foro che dal monte Majella giunge fino al litorale del Mare Adriatico: una striscia di terra della provincia di Chieti che è anche riserva regionale.
Chi va alla scoperta dei percorsi della Valle del Foro ha l'opportunità di entrare in contatto con una varietà di paesaggi, spesso caratterizzati da una natura incontaminata in cui si alternano ruscelli e cascate, boschi di faggi e diverse specie animali: non è raro avvistare scoiattoli neri, aironi cenerini, volpi e falchi.

Una valle ricca di località che meritano di essere esplorate, come i numerosi paesi, ricchi di eredità e tradizioni che si mantengono intatte con il passare degli anni. Come Guardiagrele, considerato uno dei borghi più belli d'Italia. Pretoro, incastonata ai piedi della Majella, famosa per la rappresentazione nella prima domenica di maggio del miracolo di San Domenico e “lu lope”, tra serpenti e vicoli millenari. Fara Filiorum Petri, con lo spettacolo delle “farchie” in onore di Sant'Antonio Abate. Bucchianico, un bellissimo borgo ricco di storia e rievocazioni medievali, come la festa dei “Banderesi (sbandieratori). Non meno ricchi di fascino e particolarità tutti gli altri borghi che costeggiano la valle fino al mare, per giungere a Francavilla al Mare, con le sue bellissime spiagge e Ortona, con il suo splendido castello aragonese che si affaccia sull'Adriatico.

Numerose le opportunità per svolgere attività sportive all'aria aperta, con tante occasioni per tutti i livelli, dal professionista alle famiglie. Tanti i percorsi di trekking e mountain bike lungo fiume e verso le colline limitrofe, e a cavallo (diversi i maneggi lungo il fiume). Molte le opportunità sportive in montagna come il percorso sugli alberi a Bocca di Valle, o presso gli impianti sciistici di Passo Lanciano e Majelletta. Il bellissimo campo da golf di Miglianico offre giornate di relax agli amanti di questa attività. E infine il mare per gli appassionati di windsurf, canoa e pesca subacquea.
Insomma, sono davvero tanti i motivi per cui vale la pena di visitare questa area naturale scavata dal fiume Foro che in appena una ventina di chilometri parte dai circa 3000 metri della Majella per giungere fino all'Adriatico.
Soggiornare, ammirare la natura, divertirsi e soddisfare il palato con le prelibatezze culinarie tipiche del territorio: nella Valle del Foro si può.